"L’Inter perde tutto il vantaggio in una partita gestita male a Firenze. Il gol di Borja è una trappola, perché consegna la gara agli avversari senza che l’Inter si sforzi più per riprenderla". Questo l'incipit dell'analisi fatta sul Corriere della Sera da Mario Sconcerti, che poi va alla ricerca delle difficoltà dei nerazzurri di battere una squadra in crisi come la Fiorentina: "Lukaku ha i suoi nervi scoperti, Lautaro è in partita ma è cercato poco - scrive il giornalista -. La Fiorentina è piccola ma corre molto ed è alla fine riportata dentro il risultato da un gran gol di un ragazzo di 19 anni. L’Inter sarà da scudetto se non darà importanza a questo pareggio. Vincere sempre, soprattutto in trasferta, vuol dire che le occasioni hanno sempre un unico senso. Non è più merito, è sorte. Il campionato di una grande squadra deve ricominciare dalla coscienza che quasi a metà strada sono comunque in due sulla stessa linea. C’è bisogno di più qualità nell’Inter. Per ora è freddezza, cattiveria. Ieri il gol sùbito le ha tolte insieme alla calma di Vecino e Borja, alla leggerezza della Fiorentina davanti, cosa questa che tranquillizzava la difesa interista fino a rilassarla".

VIDEO - ADRIANO AMA ANCORA L'ITALIA E SI CIMENTA NEL CANTO CON... TIZIANO FERRO

Sezione: News / Data: Lun 16 Dicembre 2019 alle 09:15
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print