Intervistato via social da Calciomercato.com, Gianmarco Pozzecco, coach della Dinamo Sassari di pallacanestro, ha parlato del suo rapporto con il calcio. Rivelando di essere stato un calciatore mancato ("Non avevo il fisico, ma il dribbling era buono e avevo una gran visione di gioco"), e di avere avuto, lui tifoso milanista, un idolo legato in qualche modo alla storia dell'Inter: "Hakan Sukur, quando ero a Varese l'avevo preso al Fantacalcio. Durante il riscaldamento prima di una partita, mi dissero che aveva segnato e io iniziai a festeggiare con la gente che pensava fossi matto".

Il Poz spiega anche di vedere José Mourinho ed Antonio Conte come modelli: "Sono rimasto affascinato da loro. Incontrai Mourinho al Melià: l'Inter aveva preso gol su errore di Julio Cesar, Mou lo rimproverò come fosse un padre. Mi è piaciuto il modo in cui gli diceva le cose. Con Conte abbiamo parlato per un quarto d'ora, ma contemporaneamente era concentrato su quello che stava succedendo nello spogliatoio lì vicino. Ha la capacità di avere tutto sotto controllo". 

VIDEO - AMARCORD ICARDI: QUANDO I TIFOSI IMPAZZIRONO PER MAURITO IN ROLLS ROYCE

Sezione: News / Data: Dom 31 maggio 2020 alle 18:46
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print