Dagli studi di GazzettaTV, Carlo Laudisa commenta così le parole del presidente della LFP spagnola Javier Tebas a proposito dell'interesse dell'Inter per Luka Modric: "Lui è un polemista nato, e oltretutto nella Liga è famoso perché ha sempre tutelato i diritti dei club medio-piccoli a danno delle grandi, Barcellona in primis, che lo accusano di essere pro-Real Madrid. Tra l'Inter e il Psg non vedo tante similitudini, perché i francesi possono essere finanziati in maniera occulta da uno Stato, mentre Suning ha una potenzialità economica frenata sin qui dai paletti dal Fair Play Finanzario e dai vincoli politici in patria. Con tutte queste condizioni diventa difficile seguire le parole di Tebas, che in questo volano di polemiche include la Juventus per l'operazione Cristiano Ronaldo. Ma in Spagna, con la partenza di CR7 e il tentativo per Modric, c'è ora un problema di visibilità a favore dell'Italia. L'Inter ha avuto il favore del giocatore e non è escluso che la partita fra il croato e il Real, col giocatore che ha battuto i pugni sul tavolo infastidendo Florentino Perez, possa giocarsi nei prossimi mesi, magari a favore dei nerazzurri. L'Inter è stata sfortunata, perché la promessa di Perez a Modric è arrivata a fine maggio, poi il giocatore è partito per il Mondiale. Se la Croazia non fosse arrivata in finale, il giocatore avrebbe avuto più tempo e meno popolarità e avrebbe potuto esprimere il suo malessere".

Sezione: News / Data: Ven 17 agosto 2018 alle 18:29
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
vedi letture
Print