Nuova diffida nei confronti di Sky, ma no alla sospensione del segnale tv, nonostante non sia stata ancora versata l’ultima rata dei diritti tv. Questa è la decisione della Lega Serie A al termine dell'assemblea odierna. Con l’ultima giornata disputata, è stato infatti superato il numero di gare da trasmettere rispetto a quanto già versato dalla pay-tv. Si è però raffreddato il fronte di chi voleva vietare a Sky di trasmettere le prossime partite, all’unanimità è arrivata la decisione di non sospendere il contratto, “nel rispetto dei propri tifosi, degli sponsor e di tutti gli stakeholders”, ha spiegato la Lega in un comunicato.

Lo scontro tuttavia resta: dai club è stato dato mandato ai legali della Lega (l’avvocato Romano Vaccarella, ex giudice della Corte Costituzionale) di reiterare la diffida nei confronti di Sky per il versamento dell’ultima rata, dopo la sentenza del Tribunale di Milano. Per quanto riguarda i diritti televisivi proseguirà nelle prossime settimane il lavoro preparatorio del bando per il triennio 2021-2024. 

Sezione: News / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 15:57 / Fonte: Calcioefinanza.it
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print