La Procura Federale aperto un’indagine sull'agente Mino Raiola per la violazione del codice di giustizia sportiva a causa di alcune dichiarazioni lesive nei confronti dell’istituzione. Il manager italo-olandese, lo scorso 20 marzo, si scagliò contro la Federazione definendola 'uno schifo' mentre parlava della mancata convocazione in azzurro di Mario Balotelli, uno dei suoi assistiti. Secondo il Fatto Quotidiano, Raiola ora rischia una sanzione di qualche decina di migliaia di euro ma, ma il messaggio reale che si vuole far passare è quello che gli agenti non hanno nessun tipo di immunità. 

Sezione: News / Data: Mer 16 maggio 2018 alle 15:40
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
vedi letture
Print