Dall'edizione online de La Gazzetta dello Sport, focus su Roberto Gagliardini e sul probabile rientro nell'undici titolare dell'Inter che oggi alle 15 sfiderà il Torino in casa granata: "A volte ritornano. Gagliardini sembrava ormai tagliato fuori dalla corsa a una maglia nell’undici-tipo: 'colpa' dell’esplosione di Eriksen, a inizio stagione escluso dal ballottaggio tra Vidal e l’ex Atalanta e ora in cima alle gerarchie. Ma dal nulla, ecco un’altra chance per il nativo di Dalmine: il cileno è ai box, il danese non è al meglio e potrebbe nuovamente toccare a Gaglia. Pedina su cui Conte ha sempre fatto affidamento e che ormai si può definire tra i veterani dell’Inter grazie alle 129 presenze ufficiali totalizzate finora in nerazzurro. La fiducia di Conte nei confronti del centrocampista, come detto, non è mai mancata: basti pensare alla campagna europea di agosto, con Gagliardini sempre titolare dagli ottavi contro il Getafe alla sciagurata finale con il Siviglia. In generale, nel post lockdown l’ex Atalanta si era preso stabilmente una maglia da titolare: Vidal era ancora a Barcellona, Eriksen non sbocciava, Vecino e Sensi erano spesso ai box.

E pace per qualche errore grossolano, come quello sotto porta contro il Sassuolo che ha fatto il giro di web e social. Anche due reti per lui nel finale dello scorso campionato, contro Brescia e Spal. Quest’anno le vittime sono state Benevento e Sassuolo.La stima di Conte nei confronti di Gagliardini è testimoniata anche dal fatto che il classe ’94 ha giocato da titolare le ultime tre partite del girone di Champions League. A inizio stagione l’impiego in campo è stato in continuità con quello del finale dell’anno scorso, salvo poi calare vistosamente negli ultimi mesi: solo due presenze da titolare, contro Sampdoria e Benevento, nelle ultime tredici giornate, con undici ingressi dalla panchina e due esclusioni. Il dualismo Eriksen-Vidal ha messo ai margini Roberto, pronto però ancora una volta a recitare la sua parte per la causa".

Sezione: News / Data: Dom 14 marzo 2021 alle 12:06 / Fonte: Gazzetta.it
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
vedi letture
Print