Intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva, Fabrizio Corsi ha parlato del momento del calcio italiano ed è anche tornato sul famoso Inter-Empoli della passata stagione, gara che decretò il quarto posto per i nerazzurri e la retrocessione per i suoi. "Si cerca di gestire al meglio la situazione insieme agli altri dirigenti e allo staff - dice il numero uno dei toscani -. Per noi è solo preoccupante, per tanti altri drammatica. Si ipotizzano diverse soluzioni. La situazione diventerebbe difficile da gestire da un punto di vista economico se non si dovesse chiudere il campionato. L'obiettivo è concluderlo, ma ad oggi possiamo solo pensare a gestire al meglio il lavoro quotidiano. Qualcuno vorrebbe finire il campionato così, sarebbe mortificante da un punto di vista sportivo. Se ad aprile ci sono le condizioni per tornare ad allenarsi, bisogna farlo e cercare di chiudere la stagione anche a costo di arrivare a luglio. Speriamo ci sia un po' di ragionevolezza".

Su Inter-Empoli 2-1: "Siamo retrocessi forse con la squadra più forte della nostra storia. Penso a Bennacer, Di Lorenzo, Traoré... Non meritavamo di scendere in Serie B, c'è un po' di rammarico. Contro l'Inter avevamo la partita in pugno".

Sezione: News / Data: Mer 25 marzo 2020 alle 21:20 / Fonte: Radio Sportiva
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print