Dopo il passaggio del turno di Europa League, negli studi di Sky Sport 24 Maurizio Compagnoni, noto telecronista dell'emittente privata, commenta così la situazione relativa a Fredy Guarin, insostituibile dell'Inter del Mancio: "Guarin aveva da sempre tutto per sfondare, io lo conoscevo già ai tempo del Porto. Si era un po' perso, la cosa più importante fatta da Mancini è stata appunto recuperare il Guaro.

Ora si trova davvero bene nel centrocampo a 3, prima con il 4-2-3-1 era ancora un po’ smarrito. Il centrocampo ormai sembra essere definito: Medel e poi Brozovic e Guarin, poi se si vuole fare il rombo c’è Shaqiri, altrimenti l’accoppiata Shaq-Kovacic quando si vara l’albero di natale, il 4-3-2-1".

Sezione: News / Data: Ven 27 febbraio 2015 alle 22:45
Autore: Marco Lo Prato / Twitter: @marcoloprato
vedi letture
Print