La trasmissione Campania Sport ha estratto dal cilindro un restroscena che avrebbe potuto cambiare la storia dell'Inter, anche se non ha nulla a che fare con lo scandalo Calciopoli. L'avvocato Chiacchio, noto esperto di diritto sportivo, racconta che in virtù del caso dei passaporti falsi la società nerazzurra avrebbe potuto ritrovarsi in serie B: "Nel 2001 ci fu lo scandalo dei passaporti falsi, soprattutto quello di Recoba. Da regolamento l'Inter doveva avere un punto di penalizzazione per ogni gara disputata con in campo il giocatore uruguaiano. Ferlaino mi chiese di attivarmi per il fatto che all'Inter di Moratti potevano essere comminati 23 punti di penalità e così a retrocedere sarebbe stata l'Inter e non il Napoli. Carraro, presidente della Lega di quegli anni, non se la sentì di rinviare a giudizio il club milanese. Era lui che doveva decidere visto che il campionato era terminato...".

Sezione: News / Data: Lun 19 Aprile 2010 alle 12:15 / Fonte: Campania Sport
Autore: Fabio Costantino
Vedi letture
Print