Christian Eriksen potrebbe davvero trasformarsi in un playmaker? Incalzato con questa domanda sulle frequenze di TMW Radio, Cristian Bucchi dice la sua sulla nuova idea di Antonio Conte per rilanciare il danese: "Intanto parliamo di un giocatore forte, con un'intelligenza superiore alla norma. Anche perché senza struttura e impatto fisico, per essere a quei livelli, ha grande tecnica e velocità di pensiero. A quest'Inter è sempre mancata un po' di qualità: fa di ritmo e forza le sue doti, ma un po' di qualità in campo si deve avere. Eriksen non possono farlo andare via, non possiamo perdere un calciatore così nel campionato italiano. Spero che trovi il suo spazio e chissà che non trovi il ruolo che gli allunghi la carriera come successo anche a Pirlo".

Quanto perde l'Inter senza Sensi?
"Lo scorso anno l'approccio dell'Inter al campionato è stato devastante e Sensi è stato protagonista con gol e giocate. Senza la sua qualità hanno perso qualcosa, oggi il gioco si appoggia sulla coppia Lautaro-Lukaku e a volte mancano soluzioni. Brozovic dà soldiità ma difficilmente ha il colpo risolutivo, Barella è straordinario ma non ha in dote gol o altro. Sensi invece ha qualità per rifinire ed inventarsi la giocata dove non c'è: oltre che dinamico è tecnico, e sa giocare benissimo combinando nello stretto. Sensi è il giocatore che manca all'Inter: rispetto ad Eriksen, per esempio, ha meno classe ma molto più agonismo. Tanta qualità ma più sostanza".

VIDEO - L'INTER PARTE PER FIRENZE: QUALE FORMAZIONE PER DOMANI?

Sezione: News / Data: Mar 12 gennaio 2021 alle 21:35 / Fonte: TMW
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print