L'anticipo di sabato alle 18 tra Inter e Udinese è diretto da Roberto Abisso. Gara gestita in maniera fiscale dal fischietto di Palermo, che finisce comunque per perdersi almeno un cartellino giallo, lasciando dubbi anche su altre dinamiche. Ineccepibile però la sua gestione in occasione del rigore, decisivo ai fini del risultato: prima silent-check, poi al VAR su sollecitazione dell'assistente Calvarese. E la scelta, corretta, del tiro dal dischetto per i nerazzurri.

14' - Abisso è lucido sul primo contatto dubbio. Pussetto, lanciato nello spazio sulla sinistra da De Paul, viene fermato in scivolata da Stefan De Vrij, che recupera con una chiusura eccezionale. Il direttore di gara non ravvede, giustamente, gli estremi per un fallo, nonostante l'attaccante bianconero rimanga fermo a terra.

16' - Prima decisione che lascia perplessi. Abisso concede solo un fallo per l'intervento in gioco pericoloso di Pussetto su Brozovic. Un fischio ineccepibile, che forse sarebbe potuto essere accompagnato da un cartellino.

20' - Il primo giallo se lo prende Kwadwo Asamoah. Abisso reputa da ammonizione l'intervento del senegalese su Fofana, che lo aveva anticipato su un passaggio troppo corto di Borja Valero. Un cartellino fiscale ma che ci può stare.

36' - Abisso è lucido nel contrasto più duro di tutto il primo tempo. Nessuna sanzione verso Vrsaljko, che nel duello aereo con Mandragora rifila una ginocchiata sul basso ventre al centrocampista ospite. Il colpo del croato è involontario: guarda sempre il pallone durante lo stacco.

57' - Situazione in cui il fiscale Abisso chiude un occhio. Behrami sbraccia in maniera vistosa su Lautaro Martinez, che riceve un colpo in pieno volto. Solo fallo in questo caso: un giallo per il centrocampista svizzero non sarebbe stato da utopia.

58' - Basta solo un giro di orologio per rivedere la linea dura del fischietto di Palermo. Abisso ammonisce Politano, colpevole di aver sbattutto furiosamente a terra il pallone dopo un fallo rimessa a premiare l'Udinese. Un gesto che - commesso proprio di fronte al guardalinee - gli costa un giallo assolutamente fiscale, in una partita molto tranquilla.

62' - Abisso vacilla su un caso dubbio sulla trequarti dell'Udinese. Politano viene steso da Behrami, che prende solamente le gambe del 16 nerazzurro. La lettura del direttore di gara è tutto tranne che chiara. Con la sua gestualità fa intendere di aver concesso un vantaggio ai nerazzurri. Una scelta in ogni caso errata (vista la ghiotta occasione che una punizione dal limite può garantire), e soprattutto non mantenuta: pochi secondi dopo sarà l'Udinese a riconquistare palla, senza che Abisso assegni un piazzato per i nerazzurri.

64' - Lettura corretta e sicura pochi secondi più tardi. Sullo scambio tra Lautaro Martinez e Icardi, quest'ultimo riceve in area di rigore, dove Nuytinck lo chiude in scivolata. Abisso non ha dubbi, e valuta come regolare la scivolata del difensore bianconero, nonostante l'argentino termini a terra. L'olandese prende solamente il pallone nel suo intervento, la decisione del direttore di gara è perfetta.

70' - Giallo, sempre fiscale ma adeguato nell'occasione, a Musso, colpevole di perdere tempo per un rinvio dal fondo.

72' - L'episodio clou dell'incontro. Abisso assegna calcio di rigore all'Inter per un fallo di mano di Fofana su angolo dalla sinistra. La decisione del direttore di gara arriva per tappe. In un primo momento, il gioco prosegue, tra le veementi proteste dei nerazzurri. Intanto, in sala VAR riguardano i frame, e poco dopo il silent-check chiederanno ad Abisso di fare lo stesso. Si passa quindi, inevitabilmente (e giustamente) al VAR, grazie a cui il fischietto siciliano arriva alla decisione corretta. Dai replay, risulta evidente l'irregolarità di Fofana, che salta a occhi chiusi ma a braccia larghe, troppo per non essere sanzionato.

79 ' - Giallo sacrosanto rimediato da Lautaro Martinez, che atterra con una scivolata dura Ter Avest sulla destra. Abisso ha pochi dubbi in questi casi, assegnando una corretta ammonizione all'argentino.

89' - Abisso annulla senza esitazioni un gol a Mauro Icardi. La segnalazione - corretta - gli arriva dal guardalinee, in posizione perfetta per ravvedere l'offside dell'argentino sul tiro-cross dalla destra di Lautaro Martinez. Il numero 9 anche dai replay appare oltre a tutti al momento del pallone in mezzo del compagno.

VIDEO - IL CUCCHIAIO DI MAURITO ESALTA TRAMONTANA

Sezione: Moviola / Data: Sab 15 Dicembre 2018 alle 21:23
Autore: Federico Rana / Twitter: @FedericoRana1
Vedi letture
Print