Sono stati 180 minuti pirotecnici quelli che hanno dato il benvenuto all'Inter nella Serie A 2020/21: nove gol fatti, cinque subiti e una montagna russa di emozioni che di certo non fa annoiare mai i tifosi nerazzurri. Questo il contesto in cui si inserisce la puntata 111 de L'Orologio che parte proprio dai due incontri di campionato per provare a narrare le vicissitudini di casa Inter partendo dalle diverse situazioni tattiche presentatesi contro gli uomini di Iachini prima e quelli di Filippo Inzaghi poi.

Due prestazioni dalle sembianze di Giano bifronte fra la fase difensiva ancora da registrare anche nei singoli e un attacco che pare aver fatto un upgrade importante rispetto al finale della scorsa stagione grazie anche all'inserimento dei nuovi acquisti che pare abbiano recepito velocemente i dettami contiani di attacco della profondità e di ampiezza del gioco, specialmente nella figura di Hakimi che ha già collezionato due assist in un'uscita stagionale e mezza, oltre che al gol contro il Benevento con un movimento che sicuramente non può non aver fatto sorridere Conte in panchina.

Nell'arco di questa puntata spazio anche a una prima rapidissima analisi del girone di Champions League dei nerazzurri che - per una volta - non contiene il Barcellona, ma che regala nuovamente una trasferta in Spagna contro il Real Madrid. A completare il girone e a contendere i due posti validi per la qualificazione troviamo lo Shakhtar Donetsk e il Borussia Mönchengladbach che vanno così a comporre il girone forse più equilibrato dell'intera competizione, ma di certo non così arduo come quelli a cui l'Inter si era abituata nelle ultime due uscite.

E poi spazio anche alle domande dei nostri ascoltatori che da quest'anno possono interagire in puntata con noi attraverso i messaggi audio: Marco e Gianluca hanno provato a rispondere a questi quesiti per analizzare anche quelle che sono le curiosità concernenti il mercato che si muove verso la chiusura e il prosieguo della stagione che non è che ai suoi primissimi vagiti e che sarà certamente molto lungo e in cui l'Inter si è accreditata un posto da contender serissima. Ma solo il tempo ci dirà come si evolveranno queste dinamiche.

Sezione: L'Orologio / Data: Sab 03 ottobre 2020 alle 18:01
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print