Il 3-1 di Praga, la corsa scudetto e il suo futuro all'Inter: di questo e altro ha parlato Milan Skriniar nell'intervista esclusiva concessa a Sky Sport oggi ad Appiano Gentile. Una chiacchierata che comincia dalla stretta attualità: "Con lo Slavia era importante per noi, siamo contenti di averla vinta - dice lo slovacco -. Adesso continuiamo a fare queste prestazioni e risultati anche in campionato. Nuova consapevolezza? Sicuramente sì, non era facile come ho detto: eravamo in difficoltà, ma alla fine siamo riusciti a fare 5 gol, di cui due annullati: si è vista la forza della squadra. Messi? Spero di essere pronto per marcarlo, ora dobbiamo stare concentrati sulla serie A perché ci aspetta una gara difficile domenica (vs Spal ndr)". 

Il discorso si sposta su Lukaku e Lautaro: "Se è la coppia più forte con cui ho giocato? Al momento sì, anche estendendo il discorso agli avversari. Fanno veramente bene e giocano per la squadra. Aiutano i compagni, non fanno solo gol: per noi è qualcosa in più. Conte? Ha la mentalità vincente e anche la squadra ce l'ha: non molliamo mai, il mister ci spiega questa cosa dal primo giorno". 

Gap ridotto con la Juve? "Quest'anno sicuramente siamo più uniti e forti degli ultimi tre anni. Se continuiamo così, possiamo stare in alto". 

Sull'adattamento alla difesa a 3: "Gioco sia a destra che a sinistra, non ho problemi. All'inizio ho avuto qualche problema con la difesa a tre perché non ci avevo mai giocato. Però il mister ci aiuta in tutto, secondo me ora ho già capito meglio e sto crescendo". 

Chiosa dedicata al futuro: "Ho visto che sono uscite notizie, non ho capito perché ha parlato uno che non è il mio procuratore creando solo confusione (Mithat Halis della Stars & Friends, ex agenzia del centrale ex Samp ndr). Con me non ha rapporti. Sicuramente è più bello stare all'Inter, siamo una squadra forte: io mi sento bene qua". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 29 Novembre 2019 alle 17:12
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print