Un match pazzesco, che l'Inter vede sfuggire via prima che Andrea Ranocchia lo riacciuffi al novantesimo e Stefano Sensi lo rimetta a posto mandando i nerazzurri ai quarti di finale di Coppa Italia superando un tostissimo Empoli. Questo il commento del tecnico nerazzurro Simone Inzaghi ai microfoni di Sport Mediaset.

Forse le difficoltà arrivano dalle prestazioni precedenti a questa partita.
"Io penso che abbiamo visto tutti queste partite di Coppa Italia, tutte tirate. Lo sapevamo di affrontare una squadra con qualità: nel primo tempo dovevamo fare qualche gol in più ma il loro portiere ha fatto parate straordinarie. Nella ripresa abbiamo perso le distanze e la lucidità, siamo andati sotto ma siamo stati bravi a recuperare. Volevamo passare il turno".

Sensi entra e segna il gol vittoria.
"Penso che se la sia meritata una serata così. Non ha avuto tantissimo spazio ma si è sempre allenato nel migliore dei modi. Finché ha la maglia dell'Inter lo considero alla grande; sappiamo che ci sono voci di mercato ma se vuole rimanere io lo tengo volentieri perché è un'arma a nostra disposizione. Abbiamo parlato tanto, è un ragazzo intelligente. Non l'ho salutato, finché ha la nostra maglia me lo tengo stretto".


Quanto vi ha penalizzati il terreno di gioco?
"Abbiamo questa problematica da quasi un mese e mezzo, speriamo si possa fare qualcosa. Ora c'è un'ultima partita prima della sosta, ma spero si possa fare qualcosa. Ma penso sia stato penalizzato anche l'Empoli, che gioca palla a terra. Ci sono problemi sul manto erboso".

Sanchez ora vorrebbe qualche minuto in più?
"Alexis è un grandissimo valore aggiunto, si sta meritando minutaggio con le sue prestazioni. Dobbiamo valutare l'unica nota negativa della serata, l'infortunio di Correa. Peccato perché stava rientrando, speriamo non sia nulla di grave ma sembrava qualcosa di importante".
Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 20 gennaio 2022 alle 00:07
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print