Il grande obiettivo dell'Inter resta N'Golo Kanté. Secondo la Gazzetta dello Sport, i nerazzurri le proveranno tutte per accontentare Conte, che ha indicato proprio nel francese l'unico suo desiderio specifico di mercato. Mancano dieci giorni al gong finale, i tempi sono stretti e, proprio in questa direzione, andrebbe la cessione ora possibile di Skriniar: il Tottenham fa sul serio per lo slovacco. Ma poi parte dell'incasso verrebbe reinvestito per un suo sostituto. E allora per il 'sogno' servirà anche altro.

Secondo la Gazzetta, infatti, per arrivare a Kanté servirebbe almeno un'altra vendita di peso. E i nomi sono due: Brozovic o Eriksen. "L’unica squadra ad aver timidamente tentato un approccio per Brozovic è stata il Monaco, su suggerimento del tecnico Kovac - si legge -. Ma dopo aver sondato il giocatore il club monegasco non è mai arrivato a sedersi a un tavolo con l’Inter, cosa che invece ha fatto il Tottenham per Skriniar. Il retroscena, risalente a qualche settimana fa, è di un tentativo dell’Inter di imbastire uno scambio con l’Atletico Madrid tra Brozovic e Thomas, ancora oggi da considerare l’alternativa a Kanté (e che evidentemente chiuderebbe le porte al francese)". Per quanto riguarda Eriksen, invece, il discorso cambia: "Il danese viene considerato dal club un patrimonio tecnico da difendere in tutti i modi, oltre che un giocatore simbolo (si ricordi presentazione alla Scala di gennaio...) - sottolinea la rosea -. Qui i dubbi sono di natura tattica, relativamente a un feeling con Antonio Conte che non è mai scattato".

Altri addii propedeutici all'arrivo eventuale di Kanté? Vecino, in orbita Napoli, e Nainggolan, sempre seguito dal Cagliari. All'Inter serve un tesoretto per portare a Milano il campione del mondo, che ha già dato il suo ok al trasferimento in nerazzurro. Ma per convincere il Chelsea servono 50 milioni.

VIDEO - TANTI AUGURI A... - KARL-HEINZ RUMMENIGGE, UN FUORICLASSE: DUE ANNI DI MAGIE ALL'INTER E UN GOL ANNULLATO CHE FECE STORIA

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 25 settembre 2020 alle 08:15 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print