Ai microfoni di Sportitalia, Armando Madonna, tecnico dell'Inter Primavera "Inter più abituata a certe sfide? Non so, io non c'ero... Però c'è la vittoria nelle fasi finali nel Dna dell'Inter, anche nelle altre categorie. L'Atalanta è una squadra forte, è stata la più continua, ma in gara secca possiamo dire la nostra. Dobbiamo giocare con un po' di cuore, con la testa, con equilibrio. Non bisogna farli giocare troppo né correre a vuoto.

Le energie a fine partita diventano poche e lì l'intelligenza e la qualità possono uscire. Queste gare sono le più facili per noi da preparare, i ragazzi devono abituarsi a giocare certe gare dove c'è tensione per arrivare a grandi palcoscenici, anche per mostrare il loro valore e la loro personalità. E' stato un anno favoloso, dove ho conosciuto persone competenti e bravi ragazzi. Bello arrivare a questa finale, poi sono stato ex atalantino da calciatore, quindi per me è una gara come le altre, poi è ovvio che da bergamasco ha un sapore particolare". 

Sezione: Focus / Data: Ven 14 giugno 2019 alle 20:25
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
vedi letture
Print