Lautaro Martinez ormai è una certezza per l’Inter. L’argentino non solo si è guadagnato la titolarità della maglia nerazzurra, ma con il suo spirito di sacrificio e la sua voglia di non mollare mai, oltre ovviamente a reti determinanti, è entrato di diritto nel cuore dei tifosi della Beneamata. Nulla di cui sorprendersi, un evento prevedibile. Almeno se si rileggono le interviste di Beto Yaque, l’agente del Toro, rilasciate in questi mesi a FcInterNews.it. Oggi aggiungiamo un’altra esclusiva con il noto agente del puntero.

Per prima cosa le chiedo della condizione fisica del suo assistito. Come sta Lautaro?
“Meglio. Mi ha detto di aver recuperato. Si è allenato con il gruppo. Tutto fa pensare che sia pronto per giocare la prossima partita di campionato”.  

Avete parlato di come in poco tempo sia entrato negli affetti nerazzurri?
“Più che parlarne, lo vedo. Lautaro pensa solo a giocare, ha un profilo basso. Sta bene, è felice. Il gol contro il Milan è stato molto importante per lui e per la squadra. Si sente amato da tutti. Dai compagni ai tifosi, passando per ogni componente del club. Si nota ogni giorno di più. E chiaramente se lui è contento, anche io lo sono”.

Potreste già lavorare per allungare il contratto e togliere la clausola di rescissione?
“Noi siamo tranquilli. Lautaro è un ragazzo molto giovane, un giocatore d’élite. Se l’Inter ci chiamasse per questa esigenza, dato che con noi si sono comportanti sempre bene, siamo per la collaborazione”.

Come lo vede in coppia con Icardi? Immagino che sappia che Mauro abbia avuto parecchi problemi…
“Non voglio entrare nella situazione specifica, anche perché parliamo di circostanze personali che non mi competono. Per questo le dico che a me interessa solo vedere giocare Lautaro”.

Per come conosce il suo assistito, lo immagina un giorno come Capitano dell’Inter?
“L’idea mia, della sua famiglia e del giocatore, è sempre stata quella di volerlo vedere trionfare in nerazzurro. Che intraprenda una grandissima carriera a Milano. Da quando ci fu la prima telefonata per prenderlo e iniziarono a sedurlo. L’obiettivo è centrare grandi traguardi ed entrare nella storia del club. Al Racing è stato Capitano. Lui ha un temperamento forte e può portare la fascia. Ma diamo tempo al tempo. È arrivato solo questa stagione. Lasciamolo crescere, il resto si vedrà”.

Però lei ha sempre sostenuto che sarebbe diventato titolare e avrebbe approfittato delle occasioni che gli sarebbero state concesse. Ora che le sue parole sono divenute realtà, vuole togliersi qualche sassolino dalla scarpa?
“Io ho sempre avuto fiducia in lui. Lo conosco benissimo. Aveva solo bisogno di continuità. Oggi è una realtà, se lo merita. Dà tutto per il club e per i suoi compagni. Adesso è titolare. Vuole proseguire su questa strada dimostrando il suo valore, far vedere di che pasta è fatto, continuando a crescere”.

Il goal contro il Milan lo avrà di certo aiutato. Le ha detto qualcosa di particolare?
“Abbiamo parlato giusto al termine del Derby. La sua felicità era incontenibile. Lautaro era molto felice, per un qualcosa che sognava: segnare in un match importante e vincere la gara, regalando così una gioia e i tre punti ai suoi tifosi. Davvero parliamo di una contentezza enorme”.

Tra non molto c’è la Juve…
“Segnerà pure contro i bianconeri. Almeno questo è quello che mi auspico”.

La sua fiducia verso Lautaro è totale…
“Sì, è un ragazzo che sta raccogliendo i frutti del duro lavoro. Si merita tutte le cose belle che gli stanno succedendo. Ma ha altri sogni da realizzare, come quello della convocazione per il suo Paese, dell’Argentina. E questa passa dalle sue prestazioni odierne. Deve continuare sulla strada intrapresa”.

VIDEO - UNA CANZONE PER LAUTARO. E IL "TORO" RINGRAZIA SUI SOCIAL

Sezione: Esclusive / Data: Mar 09 aprile 2019 alle 20:14
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna
Vedi letture
Print