Non solo il rinnovo di Andrea Ranocchia (concluso sulla base di un biennale da 1,5 milioni a stagione più premi), per il quale si attende ormai solo l'annuncio ufficiale, nel menù del summit di giovedì scorso in Corso Vittorio Emanuele tra Tullio Tinti e la dirigenza interista. Sul tavolo anche il futuro di due gioiellini appartenenti alla scuderia del noto procuratore: Emanuel Vignato e Alessandro Bastoni.

VIGNATO - L'attaccante classe 2000 piace tanto a Beppe Marotta e Piero Ausilio, che in prospettiva lo ritengono un giocatore in grado di fare una carriera importante. Il gioiello del Chievo ha, però, bisogno di giocare con continuità per crescere. L'idea dell'Inter sarebbe quella di bloccarlo e poi girarlo in prestito a una società amica. Da non escludere proprio una permanenza al Chievo per provare a caricarsi sulle spalle la missione di riportare i gialloblù in A. Con l'Inter però detentrice del suo cartellino. In tal senso previsto a fine campionato un incontro con la dirigenza veneta dopo i primi approcci risalenti al mercato invernale.

BASTONI - Chi è già sotto il controllo nerazzurro è Alessandro Bastoni. Dalle parti di Corso Vittorio Emanuele considerano molto buona l'annata del centrale classe 1999. Titolare spesso e volentieri in un Parma che lo terrebbe in prestito per altri dodici mesi. Pista da valutare con grande attenzione, anche se pure altre società come Sampdoria e Bologna hanno chiesto informazioni per averlo a propria disposizione, sempre in prestito, nella prossima stagione. Non c'è fretta e verrà valutato tutto con calma a giugno. Con una certezza: all'Inter credono tanto in Bastoni che sarà un pilastro del futuro nerazzurro.

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - DONNY VAN DE BEEK, IL GRIMALDELLO DEI LANCIERI CHE HA MESSO IN CRISI LA JUVE

Sezione: Esclusive / Data: Lun 29 aprile 2019 alle 14:30
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print