Testa sulle spalle e pedalare. Per costruirsi step by step un futuro radioso. Senza voli pindarici e grazie al duro lavoro. Reinier Jesus Carvalho è uno dei migliori prospetti del football mondiale. Un ragazzino che a differenza dei propri coetanei sta già convivendo con un certo tipo di pressione, dato che è indicato dai vari addetti ai lavori come un predestinato. Non è un caso che il giovanissimo atleta piaccia all’Inter e sia sul taccuino di molte altre compagini del Vecchio Continente.

Secondo quanto appurato da FcInterNews.it in terra sudamericana, il classe 2002 è stato informato dell’interesse dei nerazzurri, reputa la società di Corso Vittorio Emanuele un grandissimo club, con una storia notevole, e ovviamente inserisce il Biscione tra le grandi d’Europa. Ma il suo obiettivo a breve termine non è firmare per i meneghini o trasferirsi dalla sua terra natia, bensì un altro: quello di esordire con la maglia del Flamengo. Reinier è un numero 10 dalla tecnica eccellente, con un tocco e con controllo di palla sopraffini. La sua caratteristica principale è la creatività e nonostante abbia solo 16 anni fa parte della rosa del Flamengo Sub-20. È versatile nello stile di gioco e pur non essendo un attaccante puro, grazie alla velocità e ai suoi inserimenti, segna parecchi gol. Ecco perché viene paragonato a Kakà, uno dei suoi idoli insieme a Zidane. Estroso in campo, più controllato fuori dal rettangolo verde di gioco.

Dal canto suo infatti il garoto di Brasilia vuole procedere passo dopo passo. Adesso c’è la Copa São Paulo e punta a brillare nella competizione, senza farsi distrarre dalle voci di mercato. Come tutti i suoi connazionali del resto sogna di vestire un giorno la camiseta di un prestigioso club del Vecchio Continente. Come quella dell’Inter. Ma sa anche che questo dovrà passare prima dall’esordio col Flamengo. Il tempo è dalla sua parte. Con la Beneamata (o altre società di spicco) che potrebbe essere una sorta di premio consequenziale per quanto verrà espresso con il Mengao.

Sezione: Esclusive / Data: Sab 12 Gennaio 2019 alle 11:30 / articolo letto 18454 volte
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna