Ai microfoni di Radio 24, nella trasmissione Tutti Convocati, parla il vice-presidente dell'Inter Javier Zanetti. L'ex capitano nerazzurro commenta il sorteggio di Europa League, ma parla anche del proprio film, al cinema stasera: "Non mi immaginavo di questa presentazione del film, ma adesso è già arrivata. Non vedo l'ora. Quando arrivai all'Inter ero il quarto straniero, anche se ne potevano giocare tre. Quando hanno preso Rambert ha visto una mia partita e hanno deciso di prendermi. Il 4 maggio a San Siro ci saranno tanti campioni, sarà molto importante per noi e perché il ricavato andrà tutto in beneficenza. Carriera? Non ho rimpianti. Fare tutta la carriera con una sola maglia, quella dell'Inter, è una cosa che mai avrei immaginato. Non smetterò mai di ringraziare i tifosi che mi hanno sempre accolto come se fossi a casa mia. Wolfsburg? Quando arrivano queste partite, le squadre sono tutte forti.

Non sarà una partita semplice, giocare il ritorno in casa sarà un bene, ma bisogna instradarla bene già all'andata. Noi soffriamo tanto, ma ieri abbiamo dato dimostrazione che le cose stanno migliorando, anche sulla scia delle vittorie in campionato. Mancini sta lavorando bene e speriamo di continuare su questa scia. Non so se la strada è in discesa, ma la situazione è migliorata. Siamo ad un punto dall'Europa, il nostro obiettivo. Adesso oltre alle prestazioni ci sono i risultati. I ragazzi ce la stanno mettendo tutta per regalare queste soddisfazioni ai tifosi. Ai tifosi dico che cercheremo di costruire una squadra che porti avanti i valori della storia dell'Inter, noi lavoriamo per raggiungere gli obiettivi imposti, anche se il momento non è facile. I "pizzini" di Mancini? Con noi urlava (ride, ndr). Icardi sta facendo molto bene è ha una carriera davanti, può diventare un grandissimo giocatore".

Sezione: Copertina / Data: Ven 27 febbraio 2015 alle 14:45
Autore: Gianluca Scudieri / Twitter: @JeNjiScu
vedi letture
Print