Come di consueto, l'ad sport dell'Inter Beppe Marotta arriva ai microfoni di Sky Sport per parlare prima della sfida tra i nerazzurri e il Chievo della partita ma anche delle prospettive future del club:

Sulle voci legate al futuro di Spalletti.
"Credo che sia la nuova generazione della comunicazione, bisogna sostenere questo confronto dialettico che non è facile perché infastidisce. Ma va riconosciuto il lavoro fatto da Spalletti, l'obiettivo era quello di arrivare in una posizione Champions e lo sta facendo nel migliore dei modi. Non riesco a capire le critiche rivolte nell'ultimo periodo".

Un dirigente deve essere anche parafulmine in situazioni come queste.
"Abbiamo un obiettivo da raggiungere e ne siamo consapevoli, il resto infastidisce. Non dico destabilizzi ma crea turbative da gestire nel migliore dei modi".

Quale deve essere la reazione della squadra? Oggi c'è un solo risultato.
"Questo è scontato, sappiamo che il Chievo farà la sua partita ed è giusto così quindi sappiamo che ci saranno difficoltà. Ma siamo tutti pronti".

L'Inter crea molto ma non concretizza, voi come vi spiegate questo fatto?
"Non c'è una spiegazione, nell'ultimo periodo i tabellini indicano che abbiamo avuto difficoltà a fare gol. Ma va registrato come fatto in questo periodo, le analisi comunque vanno fatte a fine campionato e bisognerà valutare il risultato finale. Quello che conta è il posizionamento in classifica". 

VIDEO - GODIN LASCIA L'ATLETICO, IL WANDA METROPOLITANO LO SALUTA COSI'

Sezione: Copertina / Data: Lun 13 Maggio 2019 alle 20:37
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print