Pubblichiamo integralmente la risposta della Gazzetta dello Sport al gesto dell'Inter di non far fare conferenza stampa ad Antonio Conte, imbufalito per quanto pubblicato dal Corriere dello Sport nell'edizione cartacea di venerdì scorso. Il pezzo è a firma di Stefano Barigelli.

"Mao in una delle sue massime più famose riservate a chi osava criticarlo, sosteneva che bisognava colpirne uno per educarne cento. Era un’altra Cina e anche un altro mondo. La decisione di annullare la conferenza stampa di Conte come sanzione esemplare e preventiva per tutti i media ha lo stesso acre sapore di ingiustizia sommaria. Se il motivo era una lettera offensiva apparsa (tra l’altro due giorni fa) su un quotidiano, bastava limitare la risposta al quotidiano medesimo. Punire tutti, e spiegare nel comunicato che si tratta di un «messaggio» rivolto alla intera comunità di chi si occupa dei nerazzurri, non è da Inter. Un club che si è guadagnato la generale simpatia anche quando non vinceva. Anzi, soprattutto quando non vinceva. Perdere una Champions non è grave. Perdere il proprio spirito sì".

Sezione: Copertina / Data: Dom 15 Dicembre 2019 alle 09:31 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print