Nonostante le difficoltà economiche presenti in questo momento in società, l'Inter ha un tesoro da cui poter attingere ed è quello di una rosa che continua a crescere di valore. "Se c’è un aspetto dell’allenatore che da sempre viene evidenziato, infatti, è la sua capacità di far rendere al meglio i propri ragazzi (non tutti, vedi Eriksen, ma di sicuro quelli su cui costruisce le proprie squadre)", scrive oggi Tuttosport .

In evidenza soprattutto due azzurri come Barella e Bastoni, ma anche Lukaku e Hakimi, tutti giocatori che dal loro arrivo a Milano hanno visto crescere la valutazione. "Barella è costato all'Inter 40 milioni fra prestito, riscatto e bonus, ma adesso il suo valore è raddoppiato: il centrocampista non è in vendita - anzi, per qualcuno è l'indiziato al ruolo di futuro capitano -, ma se qualcuno lo dovesse richiedere, il prezzo sarebbe superiore agli 80 milioni. Valore raddoppiato anche per Bastoni, prelevato 18enne nel 2017 dall'Atalanta per 31.8 milioni (bilanciati dai 18 circa incassati dall'Inter per quattro giovani finiti alla Dea nel corso dei successi tre anni) e oggi fra i difensori più apprezzati in Europa. Guardiola lo corteggia, Mancini gli ha fatto giocare da titolare le ultime tre gare dell'Italia. Il suo prezzo? L'Inter non lo fa, ma 60 milioni potrebbero non bastare. Anche i compagni di reparto di Bastoni, Skriniar e De Vrij, a fronte di investimenti di 36 e 7 milioni (le commissioni per l'olandese, arrivato a parametro zero), oggi valgono una cinquantina di milioni. Per non parlare dei big, come Hakimi, Lukaku e Martinez, tutte gente che, sul mercato, oggi ha un valore che oscilla fra gli 80 e i 100 milioni".

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - KEVIN ZEFI, UN 15ENNE PRODIGIO NEL MIRINO DELL'INTER

Sezione: Rassegna / Data: Gio 21 gennaio 2021 alle 09:48
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print