L’edizione odierna di Repubblica fa il punto della situazione relativo al derby fra Inter e Milan in programma oggi alle 18. Il primo quesito, quasi provocatorio, posto dal quotidiano è relativo all’eventuale senso di giocare un incontro del genere, a fronte di spalti vuoti e di un’emergenza sanitaria che ha fin qui coinvolto anche le due squadre: dalla mancanza di cambi in difesa per il Milan, con Gabbia e Duarte out per positività al virus, alle cinque assenze in casa nerazzurra (Gagliardini, Young, Nainggolan, Radu, Skriniar, con Bastoni risultato negativo nella giornata di ieri e dunque nuovamente a disposizione). Quindici i giocatori di movimento a disposizione di Antonio Conte, con Sanchez ancora in forse: “Deve sentirsela lui, non vogliamo forzare le cose; andare avanti è necessario, nel calcio e nella vita” ha dichiarato il tecnico salentino. Un Milan che, dall’altra parte, non vince dal 2016 e guarda i nerazzurri dall’alto verso il basso in classifica: un evento definito da Repubblicapiù unico che raro’, ma che conferisce ancor più fascino e competitività alla sfida. Il quotidiano chiude quindi definendo Conte come ‘esperto di sera cittadine’, rispondendo tra l’altro alla posizione polemica di Christian Eriksen in merito al suo impiego fin qui in nerazzurro: “Ha giocato il giusto, giocheremo spesso, c’è spazio per tutti”. 

VIDEO - 17/10/2009 - GENOA-INTER 0-5: STANKOVIC DA CENTROCAMPO, DOMINIO INTER A MARASSI

Sezione: Rassegna / Data: Sab 17 ottobre 2020 alle 15:00 / Fonte: repubblica
Autore: Stefano Carnevale Schianca / Twitter: @SchiancaStefano
Vedi letture
Print