Scacco in tre mosse: così Antonio Conte ha trovato la quadra alla sua Inter e lanciato la sfida scudetto alle rivali. Secondo il Corriere dello Sport, lo sprint nerazzurro si può sintetizzare sostanzialmente in tre scelte punti decisivi.

ATTEGGIAMENTO E SCELTE - Alla base di tutto c'è l'equilibrio, che ha fornito solidità a una formazione che a inizio anno incassava troppi gol soprattutto in ripartenza. Una sorta di ritorno al passato, con l'abbandono di un'eccessiva spregiudicatezza. E poi ci sono state scelte ben definite anche negli uomini, a partire dalla difesa: questo ha consentito ai meccanismi di essere sempre più oliati col passare delle partite.

IMPREVEDIBILITÀ E FASCIA MANCINA - La ricerca dell’equilibrio non ha pregiudicato la facilità nel trovare la via della rete. Anzi, l’Inter ha continuato a segnare tanto, ma pure a sbagliare troppo. Errori che hanno pregiudicato il cammino europeo, ad esempio. Mentre in campionato la rimonta sul Milan è stata possibile e culminata con le due ultime vittoria con Lazio e, appunto, rossoneri. Importante la riscoperta di Perisic, che ha fornito a sinistra quel contributo che Hakimi dà costantemente a destra.

GAMBA E INFERMERIA VUOTA - Dal punto di vista atletico il motore è tornato a girare a mille o quasi. Inoltre, non avendo altri impegni, a differenza delle rivali tutte ancora alle prese con le coppe, ogni settimana potrà essere aggiunta benzina, senza contare che le partite verranno preparate con calma e attenzione. In vista del Genoa, non preoccupano né Barella (crampi) né Skriniar (contusione), visti doloranti a fine derby. Mancherà Hakimi per squalifica, da valutare Sensi, l'unico attualmente ai box.

VIDEO - "LULA" DA URLO, ANCHE PER TRAMONTANA: DOMINIO INTER NELLA STRACITTADINA

Sezione: Rassegna / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 09:00 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print