"Ma come 31 milioni di euro per un difensore appena 18enne con appena qualche spicciolo di serie A? Così era stata accolta l’operazione con cui, nel 2017, l’Inter aveva acquistato il cartellino del baby Alessandro Bastoni dall’Atalanta. E’ vero che, all’epoca, il canale tra i due club nerazzurri era apertissimo, ma quella valutazione monstre aveva comunque destato sorpresa, per usare un eufemismo. Beh, sono trascorse 3 stagioni e mezzo, Bastoni il prossimo 13 aprile compirà appena 22 anni, ma la sua attuale quotazione è certamente superiore a quei 31 milioni, anche al netto della pandemia. Insomma, l’investimento è stato azzeccato. Addirittura, si può già dire che sia stato uno dei migliori dell’ultimo triennio". Questo quanto sottolinea con forza oggi il Corriere dello Sport, che evidenzia i meriti dell'Inter per un affare di mercato inizialmente deriso. 

Bastoni si è imposto nell'Inter e, probabilmente, lo farà a breve anche in Nazionale, dove ha già esordito e fatto benissimo. "Impossibile che un profilo del genere passasse inosservato all’estero. E, infatti, il monitoraggio della Premier va avanti ormai da diversi mesi - avvisa il Corsport -. Tanto che il Manchester City ci aveva già fatto un pensierino la scorsa estate. E magari Guardiola (e non solo lui) potrebbe partire all’assalto alla prossima. Ma in viale Liberazione non viene nemmeno presa in considerazione una partenza di Bastoni. Al contrario, è già in cantiere il rinnovo del contratto".

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - ANDRIJA RADULOVIC, CHE TALENTO ALLA CORTE DI STANKOVIC

Sezione: Rassegna / Data: Mer 20 gennaio 2021 alle 09:24 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print