Vietata la vendita dei biglietti in qualsiasi settore dello stadio ai residenti nella regione Lombardia. Questo uno dei primi provvedimenti che sarà preso per Napoli-Inter, partita ad alto rischio soprattutto dopo i fatti dell'andata. "Una misura particolare, un unicum per quel che riguarda le partite di calcio, dove in passato si è sempre limitata la vendita ai residenti in una determinata provincia - spiega la Gazzetta dello Sport -. Stavolta il provvedimento coinvolgerà una regione intera e il perché è facile da intuire. Agli scontri di via Novara poco prima del match di andata avevano preso parte non solo le frange estreme degli ultrà di Inter e Napoli, ma anche quelli appunto del Varese, gemellati con la Nord nerazzurra".

"Al momento sembra scongiurata l’ipotesi di chiudere il settore ospiti e vietare completamente la trasferta ai tifosi dell’Inter, probabilmente anche per non privare i tanti Inter club del sud Italia di prendere parte a una gara che potrebbe essere decisiva in ottica qualificazione Champions, però è chiaro che l’allerta resta massima - sottolinea la rosea -. Impossibile al momento capire se quella di oggi resterà l’unica restrizione da qui a domenica, ma è facile aspettarsi degli inviti ufficiali da parte delle autorità, come fatto dal ministro Salvini anche per la finale di Coppa Italia di stasera. Ma Inter-Napoli è stata anche la notte dei buu a Koulibaly: chissà che i napoletani non possano organizzare di nuovo qualcosa per il loro numero 26".

VIDEO - ESPOSITO, SE NON E' GOL E' ASSIST. E L'ITALIA AVANZA

Sezione: Rassegna / Data: Mer 15 Maggio 2019 alle 09:24 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print