Nel suo editoriale per La RepubblicaPaolo Condò torna sulle polemiche riguardanti l'ultimo Juventus-Inter, nonché su Fiorentina-Napoli. Nell'articolo viene riconosciuto ai partenopei il merito di aver sopportato "la pressione caricatale addosso dai complottisti in servizio permanente effettivo dopo l'infelice arbitraggio di Calvarese", peraltro in una coincidenza di calendario che vedeva sinistre analogie con gli stessi due incroci avvenuti tre anni fa (vittoria bianconera al Meazza con assurde decisioni di Orsato e sconfitta il giorno dopo dei partenopei al Franchi). "il rigore di cui ha goduto - precisa poi Condò - è un parente stretto di quelli del sabato torinese e sul quale a fine campionato ci aspettiamo chiarezza da parte di Rizzoli. Se la scelta è per rivedere tutto, lo si scriva nel regolamento. La concessione di una chiamata per tempo ai due allenatori risolverebbe buona parte della questione".

C'è poi un elogio a Victor Osimhen che chiama in causa anche un nerazzurro. "Si divide con Achraf Hakimi il titolo di miglior giocatore arrivato in Serie A la scorsa estate e se l'esterno marocchino è stato uno dei pilastri dello scudetto di Conte, la punta nigeriana può valere in prospettiva lo stesso traguardo".

VIDEO - CASARIN ALL'ATTACCO: "IL RIGORE DI CUADRADO E' UNO SCHERZO"

Sezione: Rassegna / Data: Lun 17 maggio 2021 alle 10:56
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print