Fisicamente, l'Inter è a posto. E allora perché non si vedono i giocatori nerazzurri arrivare per primi sul pallone? "Gli errori del mercato estivo condotto al risparmio complici il passaggio di proprietà e gli impegni economici presi in passato (le operazioni Silvestre, Handanovic e Icardi) non hanno garantito a Mazzarri una formazione capace di lottare per il vertice. In più il gruppo nato dalla campagna trasferimenti di agosto è risultato psicologicamente fragile e tutt'altro che impermeabile alle voci esterne. La fine dell'era Moratti e l'avvento di Thohir già avevano scosso l'ambiente; il resto lo hanno fatto il mercato e l'incertezza creata dagli 8 giocatori (tra cui i 5 eroi del triplete rimasti...) che hanno il contratto in scadenza.

Adesso l'Inter è una squadra impaurita e in campo i giocatori arrivano spesso secondi sul pallone. I test atletici dicono che non è un problema fisico perché i dati sono buoni. La questione, dunque, è soprattutto psicologica e tocca a Mazzarri trovare una soluzione magari con l'aiuto dei nuovi acquisti Hernanes, D'Ambrosio e Botta". Questa la risposta che dà il Corriere dello Sport.

Sezione: Rassegna / Data: Mar 04 febbraio 2014 alle 11:46 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print