Intervenuto in diretta 'Il Circolo dei Mondiali' su Rai Uno nel post-gara di Belgio-Canada, l'ex giocatore della Juventus, Federico Bernardeschi ha preso posizione a proposito della censura della Fifa sulle fasce 'One love': "Faccio questo gesto - mostrando una mano dipinta con i colori dell'arcobaleno - perché i diritti civili, la libertà di espressione, quella di pensiero e il poter scegliere il proprio credo, sono cose inviolabili nella vita. Nessun essere umano, nessun governo, nessuna politica, nessuna amministrazione di qualsiasi genere può e deve violare i diritti civili. È una cosa abominevole. Quando si calpestano i diritti civili in questo modo, il mondo dovrebbe insorgere. Purtroppo, vedo che stiamo ancora molto attenti a come esprimersi, ma non è così che si combattono le battaglie, soprattutto quelle sui diritti civili.

Ci sono persone che hanno fatto la storia in questa tematica e noi nel 2022 stiamo ancora qui a dire 'Sì, ma forse, ma perché...'. No! Sui diritti civili non c'è storia, si sta dalla parte della giustizia. Sono molto emozionato nel dire queste cose".

Sezione: Qatar 2022 / Data: Gio 24 novembre 2022 alle 11:45 / Fonte: Tuttosport
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
vedi letture
Print