Michele Uva, vice-presidente dell'Uefa, ha parlato ai microfoni di Radio Anch'io Lo Sport della sanzione ai danni del Manchester City, escluso per due anni dalle competizioni europee. "Il Financial Fair Play ha portato risultati straordinari - dice Uva -. Le regole sono chiare, chi le viola viene giudicato da una commissione indipendente che guarda i documenti, approfondisce i conti e decide la sanzione. I tempi? Il City aveva fatto ricorso al Tas chiedendo una sospensiva. I tempi sono quelli naturali, parliamo comunque di mesi e non di anni".

Quanto al Psg, Uva dice di non voler entrare "nel merito di quanto deciso, i casi sono diversi. E' giusto che gli organi di giustizia decidano. Di sanzioni in questi anni ce ne sono state tante".

Uva non risparmia una frecciata a chi governa oggi il calcio italiano, dopo la scelta dello scorso dicembre in Consiglio Federale. "Penso che le società italiane sappiano benissimo quali sono le regole, sono strutturate con organi amministrativi che conoscono le attività da fare - dice ancora Uva -. In Italia il Consiglio Federale di dicembre ha tolto il pareggio di bilancio introdotto quattro anni fa. L'Uefa sta cercando di inserire questi criteri a livello domestico in modo che le regole valgano per tutti. E' una scelta politica di cui risponderà chi ha portato il cambiamento in controtendenza con quel che la Uefa sta indicando".

In ultimo un commento sulla lotta scudetto. "Seguo il campionato italiano da appassionato e mi sembra che la Lazio stia esprimendo un bellissimo gioco. Un campionato così affascinante non lo vedevamo da un decennio, questa lotta al vertice fa bene in termini di appeal. Spero che lo stesso si trasferisca nelle competizioni europee dove abbiamo tante squadre a cui auguro di andare più avanti possibile".

VIDEO - TANTI AUGURI A... - ADRIANO, L'IMPERATORE: TUTTE LE MAGIE DI UN CAMPIONE DOMINANTE

Sezione: News / Data: Lun 17 febbraio 2020 alle 12:56
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print