Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori, è tornato a parlare in merito al tema del taglio degli stipendi nel calcio ai microfoni di Italpress: "Se dobbiamo sospendere gli stipendi per un mese, in attesa di capire se la stagione puo' ripartire e soprattutto di quantificare i danni economici, noi diciamo ok, va bene. Ma ci si ferma qui: gli allenatori sono disposti a fare la loro parte in questa situazione di emergenza, ma vogliamo discutere sui numeri. In una situazione del genere siamo pronti a fare la nostra parte, ma questo non è il momento per parlarne. Questa corsa ai tagli non ci piace: noi siamo disponibili a discutere, ma vogliamo farlo sui numeri, dunque prima vanno fatti i conti delle perdite e questi si possono fare soltanto a bocce ferme, quando l'emergenza sarà terminata. Oggi non c'è nulla di tutto questo: di cosa parliamo?".

Ulivieri aggiunge un'ulteriore osservazione: "Peraltro bisogna anche diversificare le posizioni, non tutti allenano squadre top. Abbiamo anche tantissimi tecnici che con lo stipendio vanno a fare la spesa, dunque il ragionamento va diversificato in base a quanto uno guadagna. Facciamo i conti dei danni e poi ne riparliamo".

Sezione: News / Data: Sab 28 marzo 2020 alle 21:47
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print