L'ex nerazzurro Ezequiel Schelotto dice addio al Brighton e pensa già al futuro, parlandone ai microfoni di TMW. “Sono qui da tre anni, ringrazio la società che mi ha aperto le porte del miglior campionato del mondo. Si stava parlando del rinnovo, ero positivo: pensavo di poter rimanere ma hanno posto delle condizioni differenti rispetto a quanto immaginassi. La scorsa settimana quando ci siamo seduti per parlare sono stato disponibile. I miei agenti parlavano con il direttore da tempo. Ma poi insieme al mio agente Alessandro Grigoletto ho chiesto lumi sul progetto sportivo e non ci siamo messi d’accordo. Volevo un po’ di riconoscenza dopo quello che ho fatto per questa maglia. Non è stato così. Ma ci lasciamo bene. Ho trentuno anni e tanto da dare al calcio. Al Brighton dico grazie, ma devo continuare per la mia strada”.

Pensa al ritorno in Serie A?
“Non escludo nulla. In Italia ho giocato e conosco bene il campionato. Vediamo in questi giorni. L’Italia, chiaramente, mi piace”.

Se le dico Torino?
“È una squadra importante con grandi tifosi. La classifica è bugiarda. Vedremo che succederà. Cerco un progetto in linea con le mie aspettative. Non sono vecchio e neppure giovane”.

Il suo nome è stato accostato anche alla Dea.
“All’Atalanta ho vissuto due anni bellissimi, ho conquistato la Nazionale e l’Inter. Nella vita non si sa mai...”.

Sezione: News / Data: Mer 15 luglio 2020 alle 02:30
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print