Piero Volpi, responsabile del settore medico nerazzurro, conclude la rassegna di voci raccolta da Inter TV durante questi giorni di preparazione. Ecco le parole del medico sociale dell'Inter:

Si arriva da una stagione vittoriosa ma in un anno molto difficile.
"Sicuramente è  stata un'annata molto complicata e difficile, che ha masso tutti a dura prova: dagli operatori sanitari ai giocatori, passando per i tifosi. La vittoria sportiva ha mitigato le difficoltà, perché in un momento tanto complicato è arrivata una soddisfazione così bella e importante".

Quanto è difficile gestire una stagione sportiva durante la pandemia?
"È stato difficile: dietro a un tesserato c'è sempre un essere umano. Il focus è sempre la salute, stiamo lottando contro una pandemia che ci mette alla prova. Ci sono sensibilità, ansie dei singoli da gestire. La saluta è un bene troppo prezioso".


Che segnale è il ritorno allo stadio dei tifosi?
"Un segnale di grande ottimismo, ma bisogna affiancare anche il senso di responsabilità: questi due anni ci hanno insegnato che il comportamento di ognuno di noi ricade sulla comunità: come primo argine di difesa ci devono essere i comportamenti corretti. In questo senso la campagna vaccinale è il presidio più importante. Le conoscenze scientifiche hanno dimostrato il ruolo fondamentale del vaccino. Vaccinarsi è un valore fondamentale non solo su noi stessi, ma anche sulle persone che ci stanno attorno: ha un valore collettivo molto elevato".

Quali sono le aspettative per questa stagione?
"Mi aspetto tanto da questa stagione: questa società è strutturata in una maniera molto solida, sotto tutti i punti di vista. Ci sono state difficoltà, come sempre accade, ma l'Inter si è sempre presentata con entusiasmo ad ogni inizio di stagione. La voglia di difendere il titolo darà a tutti la forza per ribadire il valore di questa squadra e di questa società".

 
Sezione: News / Data: Ven 13 agosto 2021 alle 23:58
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print