"Non avevo rapporti tesi o conflitto con nessuno, tanto meno con i tifosi della Juventus per un semplice motivo: la mia azienda era proprietaria dell'albergo dove i giocatori bianconeri andavano in ritiro. Un giornalista dell'epoca disse che io accendevo fuoco e quindi mi diede del cuoco, mi fece ridere come battuta, ma io certamente non ero un cuoco (ride, ndr). Peppino Prisco? Era unico, soprattutto nei confronti del Milan – ma anche della Juventus – in maniera ironica e mai volgare, faceva le sue battute". Lo ha raccontato Ernesto Pellegrini, ex patron dell'Inter, ai microfoni di Radio Punto Nuovo.

Parlando del suo passato da presidente nerazzurro, Pellegrini ricorda anche il duello col Napoli nell'anno dello scudetto dei Record: "Era una squadra fortissima, c'erano Maradona, Careca e tanti altri giocatori di grande spessore tecnico, è stata una lotta fino alla fine e poi abbiamo prevalso in quanto Lothar Matthäus segnò un gran gol su punizione".

Sezione: News / Data: Mer 01 aprile 2020 alle 20:21 / Fonte: Areanapoli.it
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print