Durante il programma 'Taca La Marca' su Radio Musica Television è intervenuto Paulo Sergio, ex attaccante di Roma e Bayern Monaco, il quale si è soffermato sulla ripresa del calcio e su tanti altri temi, alcuni relativi anche a ex nerazzurri: "Il virus è presente ed in questo momento la cosa più importante è preservare la salute, in Germania hanno fatto un grande lavoro con ottimi risultati. Sono due settimane che si è ripreso e per ora sta andando tutto bene. Sono contento che anche il campionato italiano riparta, qui in Brasile aspettiamo la ripresa della Serie A".

Ronaldo il Fenomeno: "Ho giocato insieme a lui quando era giovanissimo e già era un fenomeno. Quando ero in Germania lui si mise in evidenza con il Psv, mentre nella mia esperienza capitolina l’ho incrociato quando lui vestiva la maglia dell’Inter, ricordo di una partita contro di noi dove la vinse praticamente da solo".

Coutinho e Gabigol: "Quando sono arrivato in Germania ho subito imparato la lingua e la cultura, stessa cosa feci in Italia. Le difficoltà di integrazione riguardano specialmente l'adattamento. Gabigol non aveva capito che in Italia bisognava lavorare molto, mentre Coutinho è arrivato al Bayern in prestito sulla base di questi presupposti è molto difficile esprimersi al meglio, dopo il Liverpool ha fatto tanta fatica a replicare le prestazioni viste in Premier, penso che non debba rimanere in Germania".

La punta della nazionale brasiliana: "Gabigol sta facendo bene in Brasile ed è tornato qui con un'altra testa. Firmino somiglia molto a Gabigol, mentre Gabriel Jesus fatica a trovare la via del gol, deve maturare di più. In questo momento i primi due sono più pronti per sorreggere il peso del reparto offensivo dei verdeoro.”

VIDEO - ICARDI-INTER, ORA E' FINITA DAVVERO: QUANDO WANDA INSULTO' IL TELECRONISTA

Sezione: News / Data: Sab 30 maggio 2020 alle 14:23
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print