Nel corso del post partita andato in onda su Inter Tv dopo il triplice fischio della Dacia Arena, che ha messo fine ad una gara rimasta sullo 0-0, Massimo Paganin, in collegamento video, fa una disamina dei 94 minuti giocati dall'Inter contro l'Udinese. "L’arbitro ci ha messo del suo, Maresca non ha capito bene come gestire la partita. Arslan andava espulso nel primo tempo, scusate se lo dico. È stato sostituito, ed è rarissimo che un giocatore venga sotitutito prima del 35esimo. È successo proprio perché Gotti si è accorto di quello che stava accadendo sul campo ed è intervenuto. Poi la gara è andata comunque sul binario giusto, nel senso che l'Inter ha cercato di vincere la partita, poi gli errori sono stati fatti soprattutto nella fase di rifinitura nella quale l’ultimo passaggio è stato sbagliato. Ho contato almeno 5 o 6 occasioni in cui l’ultimo passaggio o il tiro poteva essere fatto meglio, così non è stato e i tre punti non sono arrivati. Però l’Inter non ha mai corso alcun pericolo, la grandissima parata di Musso attesta il fatto che l’Udinese si è prevalentemente difesa, però capitano partite così durante la stagione. Adesso aspettiamo la gara di Coppa Italia per capire se la squadra sta bene, aspettiamo e vediamo".

Ancora una volta una squadra che si chiude e ti impedisce di portare a casa la partita?
"Per vedere una bella partita devono esserci due squadre che la vogliono fare, è chiaro che c’era ancora negli occhi la partita con la Juventus, dove tutte e due hanno giocato a viso aperto. Oggi l’Udinese ha cercato prevalentemente di non farci giocare, ha chiuso le linee di passaggio, ha continuamente cercato di perdere tempo… La partita non è stata così semplice da giocare. Poi sono stati comunque molto bravi dal punto di vista tattico, togliendo le vie di passaggio soprattutto a Lautaro e Lukaku che oggi hanno faticato un po’ di più. Lo stesso Hakimi che solitamente è molto brillante, oggi soprattutto nella rifinitura è stato meno efficace del solito. Però, ripeto, sono situazioni che si verificano nel corso della stagione, questa è una di quelle partite in cui comunque porti a casa tante cose positive: il clean sheet, il fatto che la squadra ha costruito e non ha subito. Tante volte queste sono partite che, concedendo tanto spazio dietro, rischi di poter pure perdere. Abbiamo concesso davvero poco, non hai portato a casa la gara perché è mancato l’ultimo passaggio ma nel momento in cui arrivi lì e hai fatto tutto bene prima, significa che hai lavorato bene. Poi l’Inter è venuta fuori nel secondo tempo, peccato perché le occasioni ci sono state, peccato per quel tiro di Lautaro Martinez però penso non si possa rimproverare grandi cose alla prestazione fatta dai ragazzi".

Sezione: News / Data: Sab 23 gennaio 2021 alle 23:11
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print