Nel corso di una lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport, l'amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta ha raccontato la rinascita bianconera degli ultimi anno, facendo paragoni anche con Inter e Milan: "Dopo Calciopoli il brand Juve era molto calato, certi sponsor ci avevano abbandonato anche per ragioni di statuto interno che impediva loro legami con società coinvolte in vicende giudiziarie. Poi c’è stata la risalita, culminata nella costruzione del nuovo stadio e la conquista di risultati sportivi che hanno dato un appeal nuovo.

Diciamo che ci sono stati altri modelli sportivi: il mecenatismo alla Moratti, dovuto a motivi sentimentali, caratterizzato da ingenti investimenti personali; oppure il 'modello d’immagine', come il Milan di Berlusconi, che nella gestione del club cercava anche ricadute extra sportive; oppure quello basato sulla valorizzazione dei giovani, come l’Atalanta, dove pure ho lavorato. Per noi della Juve il modello ideale perseguibile è quello di una società di intrattenimento, che punti all’equilibrio economico finanziario".

Sezione: News / Data: Mer 19 marzo 2014 alle 11:02 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Redazione FcInterNews.it
vedi letture
Print