"Un tassa nascosta". Così Libero definisce il dazio che i club di Serie A devono pagare per colpa delle intemperanze dei loro ultrà. Una cifra enorme, se e si tengono in considerazione gli ultimi cinque anni come finestra temporale: sono quasi 3 i milioni di euro che le società sono state costrette a sborsare per pagare le varie multe comminate dal Giudice sportivo. In questa classifica primeggia, tristemente, la Roma, che sfora addirittura il milione di euro; dietro i giallorossi ecco Napoli (524mila euro), Inter (367mila euro), Juve (364mila euro) e Lazio (225mila) Nel mare di negatività c’è almeno un aspetto positivo: proprio dal 2013 - fa notare il quotidiano - la Lega Serie A ha deciso di destinare una parte significativa delle multe in favore della 'Junior Tim Cup – il calcio negli oratori', un torneo di calcio a sette Under 14 che coinvolge circa 2000 squadre oratoriane e realtà parrocchiali. I fondi, poi, vengono utilizzati anche per costruire vari campi da calcio in ogni zona d’Italia. 

Sezione: News / Data: Gio 6 Dicembre 2018 alle 17:09 / articolo letto 2378 volte
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari