Scudetto 2006. La partita non è finita anzi, a quanto sembra, andrà avanti per le lunghe. La Juventus è pronta ad agire in tutti i tribunali, ma prima i legali bianconeri dovranno definire i ricorsi e avanzare le richieste di risarcimento, che deve essere sostenibile davanti a un tribunale.

Nessun  processo di pacificazione, dunque . La Juve è pronta ad andare sino in fondo, prima all’Alta Cote del Coni, poi dinanzi ai Tribunali regionali, sino ai Consigli di Stato, per finire alla Corte di Giustizia Europea, con sede in Lussemburgo. Prima dei ricorsi bisogna, come detto quantificare i danni e scegliere il soggetto a cui chiederli (la FIGC), non prima di aver dimostrato che la non revoca dello scudetto abbia portato una notevole perdita economica.

Sezione: News / Data: Mer 20 luglio 2011 alle 11:33 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alberto Casavecchia
vedi letture
Print