Come preannunciato, il Manchester City oggi ha ufficialmente presentato ricorso al Cas contro le sanzioni Uefa in merito alla violazione delle norme del Fair-Play Finanziario. Il club inglese è stato squalificato per due anni dalle competizioni Uefa e multato di 30 milioni di euro. "Il CAS (The Court of Arbitration for Sport) ha registrato il ricorso da parte del Manchester City contro l'Uefa - si legge nella nota ufficiale diramata in tarda mattinata -. L'appello va contro la decisione della Cfcb (Adjudicatory Chamber of the UEFA Club Financial Control Body) del 14 febbraio 2020, per la quale il Manchester City avrebbe violato il regolamento Uefa sulle licenze e sul Fair-Play Finanziario, e sanzionato con l'esclusione dalle successive due stagioni delle competizioni Uefa per club per le quali il club si sarebbe qualificato, e inoltre condannato a pagare una multa di 30 milioni di euro".

Sezione: News / Data: Mer 26 Febbraio 2020 alle 13:27
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print