"Caro Cipe, in questa lettera ti chiamerò così, col soprannome tanto caro agli interisti… Come va da quelle parti?". Comincia con queste parole la particolare "Letters to Inter" proposta oggi dal club nerazzurro il protagonista è Gianfelice Facchetti, che scrive così a Giacinto, indimenticato papà. In un passaggio dello scritto, Gianfelice è convinto che "al tuo sguardo attento non sarà sfuggito il coraggio con cui, in linea con la sua storia, l’Inter ha affrontato l’emergenza. Come da tradizione lo ha fatto controcorrente, alzando la voce prima di tutti, anticipando i tempi un’altra volta come quella sera di marzo del 1908 in cui i nostri fondatori dissero in faccia al mondo che se non possono giocarci tutti, un gioco non si può chiamare tale. Nacque l’F.C. Internazionale e quel filo di emozioni su cui continuano a camminare milioni di appassionati in tutto il mondo, da Milano a Nanchino".

Per leggere la lettera completa clicca qui. 

VIDEO - L'URLO DI TRAMONTANA PER LA RIMONTA DI PARMA!

Sezione: News / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 15:16 / Fonte: Inter.it
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print