Dal proprio blog SpyCalcio, Fulvio Bianchi de La Repubblica torna su quanto avvenuto ieri durante Inter-Verona, con la protesta singolare della Curva Nord. Evidenziando come gli interisti abbiano accettato la tregua proposta dai club, facendo rientrare la protesta nell'ambito dell'ironia, ma anche ribadendo che in questa sorta di battaglia non possono essere solo i club a schierarsi in prima linea: "Nel comunicato è scritto che le due società faranno il possibile per fare modificare le "norme di accesso agli stadi" (e quelle sulla discriminazione territoriale?). Indubbiamente, tessera del tifoso, biglietti nominativi, ottusa burocrazia all'italiana rendono sovente difficile la vita per chi vuole andare in uno stadio. Qualcosa va rivisto.

Ma, attenzione: non devono essere i due club milanesi, pur importanti, a discutere un argomento così delicato: dovrebbe essere la Lega di serie A a farsene carico, a chiedere un tavolo di confronto col ministro degli Interni, Alfano (peraltro, adesso, coinvolto su altri fronti). Al momento al Viminale non c'è alcun progetto di revisione delle norme di accesso negli stadi, ma a fine stagione se ne potrebbe anche parlare. La Figc, inoltre, sempre a fine stagione (prima sarebbe ridicolo), dovrebbe ridiscutere su questa norma delle discriminazione territoriale. Che è stata modificata, ma che crea ancora non pochi problemi".

Sezione: News / Data: Dom 27 ottobre 2013 alle 18:39
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print