Non smette mai di far parlare di sé la Superlega. In queste ore il quotidiano spagnolo "El Mundo" spiega alcuni retroscena del contratto che i dodici club firmatari avevano impostato: "C'era l'accordo per la creazione d'una società in Lussemburgo denominata 'AgentCo', che avrebbe gestito un capitale di almeno 3.525 miliardi di euro. Il progetto prevedeva anche la creazione di due ulteriori società: 'SL MediaCo' e 'SLCommercialCo', per la gestione dei diritti audiovisivi e commerciali della competizione. Almeno 400 milioni di euro sarebbero stati destinati ad opere di beneficenza.



IL FORMAT. La modalità d'impostazione sarebbe stata strutturata in modo molto analogo, se non identico, quantomeno sulla carta, all'attuale Champions League: con una fase a gironi e poi la fase a eliminazione diretta, con partite da disputare martedì e mercoledì e la finalissima di sabato. Inoltre, per finire, il contratto prevedeva diverse clausole, una delle quali prevedeva il mancato riconoscimento da parte della UEFA e della FIFA.

Sezione: News / Data: Dom 31 ottobre 2021 alle 11:18
Autore: Niccolò Anfosso
vedi letture
Print