Sandro Tonali e l'Inter si avvicinano progressivamente. La conferma arriva anche dall'edizione bresciana del Corriere della Sera, che conferma come la dirigenza nerazzurra abbia già definito un accordo di massima con il calciatore e il suo agente, Giuseppe Bozzo: il contratto sarà quadriennale e porterà nelle tasche del giovane centrocampista una somma dieci volte superiore rispetto a quella percepita solo la scorsa stagione al Brescia, 250 mila euro annui. Piero Ausilio e Beppe Marotta devono ora trattare con Massimo Cellino, patron delle Rondinelle, intenzionato a chiudere l’affare ma alle sue cifre. Il prezzo base resta fissato a 50 milioni, ma l'Inter può contare sul bonus dell'incasso derivante dalla fresca cessione di Mauro Icardi al Paris Saint-Germain.

Tonali, si legge, convince tutti in Viale della Liberazione perché "rappresenta un investimento sicuro sul futuro, ha appena compiuto vent’anni ed è già un pilastro della nazionale; costa meno, può partire da uno stipendio inferiore (l’ingaggio tenderà poi ad essere ritoccato di stagione in stagione) rispetto ad altri centrocampisti più esperti e affermati. Inoltre, al pari di Nicolò Barella, corrisponde all’identikit di «tuttocampista» richiesto dall’ex allenatore della Nazionale, che deve trovare una soluzione tattica che valorizzi Christian Eriksen, su cui l’Inter ha puntato con forza a gennaio. Per giocare dietro le punte, nella posizione ideale e non da mezzala come nel primo mese in nerazzurro, il danese ha bisogno di due scudieri a coprirgli le spalle. Uno c’è già: Barella. L’altro, nelle intenzioni dell’Inter, sarà Tonali. Serve un rialzo, ma la salvezza insperata cambierebbe gli scenari di tutti. Diego Lopez dovrà provarci senza Tonali, che sta curando una tendinite e verrà rischiato solo se il margine dalla quart'ultima dovesse ridursi". 

VIDEO - AMARCORD ICARDI: QUANDO I TIFOSI IMPAZZIRONO PER MAURITO IN ROLLS ROYCE

Sezione: News / Data: Dom 31 maggio 2020 alle 17:35
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print