Alcuni club spingono per la riforma della Champions League a partire dal 2024, quella che prevede un sistema quasi chiuso con 24 delle 32 partecipanti che avrebbero garantita la partecipazione in automatico da una stagione all'altra, per via di esigenze di bilancio. Questo è quanto sostiene Raffaele Poli, direttore dell'Osservatorio calcistico del Cies, che ai microfoni dell'AFP spiega: "La loro fretta è dovuta al fatto che per club come la Juventus, che si prepara ad avere nel bilancio del 2019 un deficit compreso tra 50 e 70 milioni di euro, esiste una sorta di urgenza economica".

VIDEO - ESPOSITO DA FENOMENO: CHE GOL ALLA SERBIA

Sezione: News / Data: Mar 10 Settembre 2019 alle 13:30
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print