Si è avvalso della facoltà di non rispondere in fase di interrogatorio Giovanni Damiano Drago, il procuratore sportivo presunto responsabile di reato di immigrazione clandestina ed una serie di falsi. L'inchiesta che vede Drago e altri nove indagati sfiora marginalmente anche l'Inter, che ha ancora come tesserati i fratelli (o presunti tali, visto quanto è trapelato dalle 140 pagine di ordinanza del gip) Assane e Wilfried Gnoukouri, assistiti dallo stesso Drago.



Secondo quanto raccontato nei giorni scorsi dal Capo della Mobile di Parma l'agente di origine siciliana è riuscito a far entrare in Italia alcuni giovani calciatori ivoriani aggirando i regolamenti. Il tutto avveniva, secondo l'accusa, tramite ivoriani già residenti in Italia, i quali fingevano di essere genitori naturali dei ragazzi stessi al fine di effettuare finti ricongiungimenti familiari per beneficiare l'attività dello stesso Drago.

Filippo Maggi

Sezione: News / Data: Mar 05 dicembre 2017 alle 14:26 / Fonte: Parmapress24
Autore: Redazione FcInterNews / Twitter: @FcInterNewsIt
vedi letture
Print