Il diritto di recompra sarà preservato, ma non ci saranno più effetti sotto il profilo fiscale. È la decisione presa dal Consiglio federale di ieri in attesa che le prossime riunioni, in calendario per il 16 e il 30 maggio, intervengano anche sul tema del nuovo codice di giustizia sportiva. Quanto al diritto di recompra, resta ma con alcune limitazioni relative proprio al riacquisto di un giocatore ceduto: secondo quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, gli effetti contabili delle eventuali plusvalenze-minusvalenze, dice il provvedimento approvato, avranno decorrenza solo dal momento dell'esercizio o della rinuncia del diritto di opzione. E tutto questo sarà possibile solo "nel primo giorno del periodo di trasferimenti estivo della seconda stagione successiva a quella nel corso della quale è avvenuta la cessione definitiva". Un modo per evitare trasferimenti fittizi al solo scopo di creare plusvalenze. È stato anche approvato il nuovo regolamento degli agenti sportivi sulla base dei principi Coni e Fifa.

VIDEO - FROSINONE-INTER, LA GIOIA E' NEL FINALE: SOLO VECINO FERMA LA FURIA DI TRAMONTANA

Sezione: News / Data: Gio 18 Aprile 2019 alle 17:13
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print