Solito spettacolo al Camp Nou. Il rumeno Ovidiu Hategan, arbitro di Barcellona-Inter, se lo gode senza essere chiamato troppo in causa. Direzione all’inglese, lascia giocare nei limiti del possibile. Buona gestione dei cartellini anche se non sempre coerente. Grazia Valero, punisce eccessivamente Skriniar.

16’ - Perisic crossa basso per Icardi, il quale colpisce il pallone e lo alza sopra la traversa, con Ter Stegen in uscita. Deviazione strana ma secondo l’arbitro è l’ultimo a toccare. Dunque assegna rimessa dal fondo.

20’ - Brozovic allarga il braccio per interrompere il fraseggio blaugrana. Solo ammonizione verbale.

24’ - Suarez conclude a rete ma al momento del lancio del compagno è più avanti della linea difensiva nerazzurra. Il replay dà ragione all’assistente Sovre.

24’ - Rafinha commette fallo su Asamoah, disinteressandosi completamente del pallone e pensando solo a stoppare la corsa del ghanese. Punizione sì ma per il momento il direttore preferisce non ammonire.

25’ - Vecino serve con la testa un filtrante ad Icardi. L’argentino si muove perfettamente e prende vantaggio su Lenglet, poi arrivato in area prova a rientrare e perde il piede d’appoggio. Non c’è calcio di rigore, il nerazzurro scivola.

32’ - Vantaggio Barcellona con Rafinha. Assist eccezionale di Suarez, non ci sono dubbi sulla posizione dell’ex nerazzurro che parte molto indietro rispetto a Skriniar&co.

34’ - Sovre alza la bandierina per un fuorigioco di rientro di Suarez, l’uruguaiano è più avanti rispetto ad Asamoah per millimetri. Pregevole chiamata dell’assistente.

40’ - Skriniar sottrae palla a Suarez a pochi metri dalla porta di Handanovic. Intervento deciso ma pulito. Il 9 blaugrana resta a terra ma il replay scagiona lo slovacco.

44’ - Arthur cade, a 25 metri di distanza dai pali avversari, su leggera spinta di Brozovic. Il direttore di gara non ferma il gioco e tiene così fede al suo metro di giudizio, all’inglese.

45’+1’ - Il Barcellona alza il ritmo, Coutinho duetta con i compagni e al limite dell’area viene fermato irregolarmente da Skriniar. Punizione senza provvedimento disciplinare. Si prolunga il recupero di 40’’. La punizione calciata dallo stesso Coutinho viene deviata da Miranda con il corpo, non c’è scorrettezza.

48’ - Valero in pressing su Piqué commette fallo. Per difendere il possesso, il difensore utilizza le braccia e con quello sinistro colpisce al volto il nerazzurro. Il gioco è già fermo, nessun provvedimento per il blaugrana.

53’ - Rafinha contrasta Politano, che cade poi sul pallone e lo tocca con la mano. Per l’arbitro non c’è irregolarità e assegna punizione al Barcellona per l’infrazione del 16 nerazzurro.

54’ - Arthur scarica il pallone, Borja Valero lo atterra con grande ritardo. Intervento da giallo, il 20 di Spalletti viene graziato.

62’ - Primo cartellino giallo del match. Suarez a gamba tesa, mette a repentaglio la caviglia di Miranda. Ammonizione corretta per gioco pericoloso.

65’ - Coutinho per Suarez, doppio fallo nerazzurro. Skriniar sul brasiliano e Miranda sull’uruguaiano. Fischiato il secondo, altra punizione dal limite.

71’ - Azione avvolgente del Barcellona viziata da un controllo dubbio di Rakitic: più braccio che petto. L’arbitro non lo coglie, i blaugrana colpiscono la traversa.

73’ - Ammonizione per Brozovic. Intervento brutto su Coutinho, il croato colpisce in pieno il brasiliano. Decisione incontestabile.

74’ - Altro cartellino in casa Inter. Skriniar pesta il piede sinistro di Suarez. Secondo Hategan con eccessiva irruenza. Giallo che appare un po’ generoso, forse lo slovacco è stato punito anche per la somma di scorrettezze. 

83’ - Raddoppio Barcellona con Jordi Alba. Nulla da segnalare. 

85’ - Lautaro si iscrive all’albo dei cattivi. L’argentino stizzito rifila in modo ingiustificato un pestone a Busquets.

87’ - Tackle ruvido di Lautaro su Lenglet, El Toro rischia qualcosa. L’arbitro è clemente.

VIDEO - IL CAPOLAVORO DI MOU, INTER-BARCELLONA 3-1

Sezione: Moviola / Data: Mer 24 Ottobre 2018 alle 23:30
Autore: Michele Neri
Vedi letture
Print