Primo derby di Milano amaro per Marco Giampaolo, che legge la sconfitta con l'Inter rispondendo alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa: "Perdere il derby è sempre difficile da digerire, così come ogni partita. Il derby è una cosa diversa che comunque devi sapere gestire personalmente. La mia analisi della partita è che l'Inter è partita con una certa consapevolezza e il Milan l'ha portata sul piano dell'equilibrio dopo 15 minuti. La differenza è il vissuto, ma oggi con coraggio eravamo riusciti a colmare. Dopo aver rispettato l'Inter, il Milan se l'è giocata. La reazione è stata disordinata, emozionale: abbiamo perso distanze e, perdendo palla, abbiamo subito contropiede. Biglia? Sul piano dell'equilibrio ha fatto una gran partita, meno sul piano tecnico come altri: non è colpa sua la sconfitta". 

Ha parlato con la dirigenza?
"Non parlo mai con loro dopo le partite". 

Questo gap a cosa è dovuto?
"Io ho parlato di gap di esperienza, leggero, che poi la squadra ha saputo colmare. La squadra ha fatto una migliore prestazione rispetto alla altre".

Posizione di Suso: quale è quella ideale?
"E' partito da trequartista perché avevo bisogno di un giocatore di raccordo. Poi l'ho scambiato con Piatek per risalire meglio il campo". 

VIDEO - IL DERBY E' NERAZZURRO, TRAMONTANA IN VISIBILIO

Sezione: L'avversario / Data: Sab 21 Settembre 2019 alle 23:46 / Fonte: dall'inviato a San Siro
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print